CEI ENGINEERING

CONSULTING ENGINEERING INNOVATION

Per maggiori informazioni:​

info@ceiengineering.it

800592446

I NOSTRI SERVIZI

Cei Engineering group vanta i migliori consulenti e professionisti in campo  per offrire una vasta gamma di soluzioni vantaggiose per la tua società e il tuo business e ci manteniamo costantemente aggiornati su ogni tipo di novità in campo legislativo

ed economico per elaborare soluzioni taylor made. Il nostro lavoro è la nostra passione...

 

SERVIZIO PRINCIPALE

​LOREM IPSUM UT AUDERE

Consulting group è lieta di presentarvi il nuovo sito di consulenza finanziaria. Visita le sue sezioni e troverai una miniera di in...

Special Features

Clienti in Evidenza

Cei Engineering nasce nel 2004 in ambito edile ed  in qualità di società di ingegneria  dal 2008 con l’obiettivo di creare una giovane realtà professionale nel settore dell’ingegneria, con specializzazione in diversi ambiti,dalla consulenza nella tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, dalla formazione, dalla  progettazione civile ed industriale ,  impiantistica, nonchè nelle tematiche ambientali e pratiche di finanziamento a fondo perduto per determinate aree.

Dall'atto della sua fondazione 16 anni di attività professionale i valori fondamentali che guidano l'attività nei rapporti con i Clienti, i Collaboratori e i Concorrenti sono stati:

 

Aggiornamento normativo e professionale costante l'osservanza rigorosa dei vincoli contrattuali, ponendo la medesima attenzione sugli aspetti economici, temporali e di qualità la riservatezza e la tutela dell'integrità delle informazioni riguardanti le persone e le organizzazioni

la tolleranza, espressa attraverso il rispetto dei costumi, dei valori morali e delle regole comportamentali dei diversi ambienti di lavoro

il rispetto della dignità della sicurezza e della salute delle persone la salvaguardia dell'ambiente.

 

La CEI ENGINEERING SRL è costantemente impegnata alla ricerca di soluzioni tecniche in grado di soddisfare le esigenze dei clienti, garantendo la  qualità e l’efficienza dei  nostri lavori e servizi che grazie al nostro team di professionisti e alla nostra esperienza pluriennale dà le migliori soluzioni per enti pubblici che  privati.

 

La CEI ENGINEERING SRL ha una solida vocazione per la soddisfazione del cliente a cui potrà sempre  garantire risposte personalizzate, rapide,  affidabili ed adeguate alle  sue necessità sempre con gli alti livelli di qualità richiesti.

 

La professionalità e la capacità di problem solving che ci contraddistingue, applicati all’ingegneria, sono la chiave di lettura per portare un reale valore aggiunto al nostro lavoro oltre che comprendere ed interpretare ogni singolo progetto per dare al cliente idee e sviluppi, talvolta più funzionali, che innalzano notevolmente il livello qualitativo della prestazione senza necessariamente aumentarne il costo.

La CEI ENGINEERING SRL  è costituita  da uno staff di  ingegneri e consulenti liberi  professionisti e organizzazioni che operano nei campi dei servizi di consulenza ingegneristica organizzativa e tecnica, permette di avere una snellezza organizzativa e i rapporti di collaborazione professionale consentono allo Studio di offrire ai propri Clienti soluzioni progettuali integrate di elevato contenuto professionale.

La comunicazione è il fattore determinante della flessibilità e della rapidità di azione dello Studio. 

 

I flussi informativi sono tenuti sotto controllo in modo da garantire la correttezza, la tempestività e la sicurezza della comunicazione fra la Società , collaboratori esterni, i e Clienti. 

 

Gli strumenti di comunicazione adottati sono basati sull'uso della rete internet e sulle tecnologie informatiche punto di forza della CEI ENGINEERING SRL

 

AREA INGEGNERIA (AREA Progettazione) :

 

PROGETTAZIONE CIVILE & INDUSTRIALE

PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA  E 3D

RENDERING E ANIMAZIONI

PROGETTAZIONE E GRAFICA DI INTERNI

RISTRUTTURAZIONI EDILI E DI INTERNI

PROGETTAZIONE IMPIANTI TERMOIDRAULICI – ELETTRICI -  DI CLIMATIZZAZIONE

PROGETTAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI

CERTIFICAZIONI ENERGETICHE

RILIEVI TOPOGRAFICI

IN PARTICOLARE:

(PREVENZIONE INCENDI)

 RILIEVI RUMORE E VIBRAZIONE -  ( VALUTAZIONE IMPATTO ACUSTICO) 

(CERTIFICAZIONI)

CONSULENZA PER MARCATURA CE D.LGS 17/2010)  - 

 

Abbiamo team di esperti legali altamente qualificati in grado di affiancare al consulting finanziario una serie di strumenti di...


100003185338138902

Cei Engineering group vanta i migliori consulenti e professionisti in campo  per offrire una vasta gamma di soluzioni vantaggiose per la tua società e il tuo business e ci manteniamo costantemente aggiornati su ogni tipo di novità in campo legislativo

ed economico per elaborare soluzioni taylor made. Il nostro lavoro è la nostra passione...

 

DIRETTIVA MACCHINE CONSULENZA PER MARCATURA CE D.LGS 17/2010

 

La Marcatura CE, attesta la conformità di un prodotto ai requisiti essenziali di sicurezza previsti da una o più direttive comunitarie. Non si tratta quindi né di un marchio di qualità, né di un marchio di origine.

 

Il marchio CE deve obbligatoriamente essere apposto su un prodotto quando una direttiva comunita-ria lo preveda. Nel caso un prodotto rientri nel campo di applicazione di più direttive (es. le direttive "bassa tensione" e "compatibilità elettromagnetica"), il marchio CE indica la conformità del prodotto a tutte le direttive coinvolte.

 

La marcatura "CE" deve essere obbligatoriamente apposta su determinate tipologie di prodotti per attestarne la rispondenza (o conformità) a tutte le direttive comunitarie ad esso applicabili.Attraverso il nostro staff tecnico siamo in grado di offrire assistenza nella marcatura CE dei prodotti (direttiva macchine, bassa tensione, compatibili-tà elettromagnetica, PED, ATEX, prodotti da costruzione, ecc.) per il soddisfacimento degli obblighi legislativi:

 

 I nostri servizi comprendono:

 

marcatura CE con analisi dei rischi e dei requisiti essenziali di sicurezza, costituzione del fascicolo tecnico e manuale uso e manutenzione

perizie asseverate attestanti la conformità delle macchine alla normativa vigente;

Perizie tecniche per la soluzione di contenziosi;

 

 Le  fasi che possono essere sviluppate dai tecnici della CEI Engineering sono:

 Analisi di conformità della fornitura di macchine/impianti.

 Perizia asseverata su macchine. 

 Definizione e predisposizione della documentazione necessaria per la procedura di Marcatura CE del prodotto. 

 Consulenza per la progettazione di linee produttive composte da più macchine marcate CE. 

 Elaborazione procedure di lavoro ed uso delle macchine. 

 Elaborazione del registro dei controlli delle attrezzature. 

 Valutazione del rischio rumore a bordo macchina; valutazione della compatibilità elettromagnetica a bordo macchina.

 

rumoresitoweb

La normativa ambientale definisce diversi ruoli utili a supportare le Organizzazioni nella valutazione dei rischi e nella definizione delle misure di tutela ambientale conseguenti allo svolgimento di alcune attività. Tra queste rientrano quella del del Tecnico Competente in Acustica.

 

CEI ENGINEERING SRL, nell’ambito del proprio staff di professionisti, offre la possibilità di assolvere agli incarichi in parola ottemperando agli obblighi specificatamente previsti.

 

Legge Quadro sull’inquinamento acustico (Legge 447/95) ha istituito un profilo professionale specifico (requisiti ex art. 6 e 7 L. 447/95) per lo svolgimento di attività afferenti il campo dell’acustica ambientale: Tecnico Competente in Acustica Ambientale. E’ necessario incaricare un tecnico avente tali requisiti per lo svolgimento di valutazioni quali: impatto acustico, previsionale di clima acustico, risanamento acustico dei locali pubblici, valutazioni sui requisiti acustici passivi degli edifici, valutazioni delle immissioni di rumore nella proprietà privata.

La legge n. 447/95 denominata “Legge quadro sull’inquinamento acustico” all’art. 8, comma 4 prevede che l’autorizzazione alla realizzazione di infrastrutture adibite ad attività sia rilasciata dopo la fornitura di una documentazione di previsione di impatto acustico, stabilisce che tutte le attività produttive ed esercizi pubblici che dispongono di apparecchi rumorosi debbano predisporre la valutazione di impatto acustico.

La legge n. 447/95, all’art. 8, comma 2 prescrive che si debba produrre una relazione di impatto acustico ogni volta che:

si decide di costruire, modificare o potenziare un’opera edile (tra quelle che sono elencate nella legge);

si intenda avviare una nuova attività produttiva, commerciale o ricreativa;

 

si presenta una domanda per il rilascio di permessi di costruire per nuovi impianti, infrastrutture di attività produttive o servizi commerciali;

un ente pubblico o un comune ne faccia richiesta.

 

Le valutazioni di impatto acustico non hanno una scadenza, quindi non necessitano di un aggiornamento periodico, ma devono in genere essere nuovamente redatte ogni qualvolta si decida di effettuare un ampliamento all’attività, una modifica o inserire una nuova sorgente sonora rumorosa che può determinare una variazione dei livelli di emissione sonora precedentemente calcolati o rilevati.

La classificazione acustica del territorio, è effettuata dai comuni ai sensi della Legge n.447/1995 e s.m.i., i quali provvedono alla suddivisione del territorio comunale nelle diverse classi omogenee (attraverso i Piani di Classificazione Acustica), individuate secondo la Tabella A del D.P.C.M. 14/11/97 e ss.mm.ii.:

 

CLASSE I – aree particolarmente protette: rientrano in questa classe le aree nelle quali la quiete rappresenta un elemento di base per la loro utilizzazione: aree ospedaliere, scolastiche, aree destinate al riposo ed allo svago, aree residenziali rurali, aree di particolare interesse urbanistico, parchi pubblici.

 

CLASSE II – aree destinate ad uso prevalentemente residenziale: rientrano in questa classe le aree urbane interessate prevalentemente da traffico veicolare locale, con bassa densità di popolazione, con limitata presenza di attività commerciali ed assenza di attività industriali e artigianali.

 

CLASSE III – aree di tipo misto: rientrano in questa classe le aree urbane interessate da traffico veicolare locale o di attraversamento, con media densità di popolazione, con presenza di attività commerciali, uffici con limitata presenza di attività artigianali e con assenza di attività industriali; aree rurali interessate da attività che impiegano macchine operatrici.

 

CLASSE IV – aree di intensa attività umana: rientrano in questa classe le aree urbane interessate da intenso traffico veicolare, con alta densità di popolazione, con elevata presenza di attività commerciali e uffici, con presenza di attività artigianali; le aree in prossimità di strade di grande comunicazione e di linee ferroviarie; le aree portuali, le aree con limitata presenza di piccole industrie.

 

CLASSE V – aree prevalentemente industriali: rientrano in questa classe le aree interessate da insediamenti industriali e con scarsità di abitazioni.

 

CLASSE VI – aree esclusivamente industriali: rientrano in questa classe le aree esclusivamente interessate da attività industriali e prive di insediamenti abitativi.

 

 VALUTAZIONE DI IMPATTO ACUSTICO

 

La valutazione d’impatto acustico previsionale verifica i livelli di rumorosità che caratterizzano un’area sulle sorgenti – già esistenti – le cui emissioni concorrono al raggiungimento della rumorosità che caratterizza il territorio indagato.

La valutazione di impatto acustico, a seconda degli orari lavorativi dell’attività, può riguardare sia il periodo diurno (06.00-22.00) che il periodo notturno (22.00-06.00)

Le misure del rumore nell’ambiente esterno vanno eseguite in prossimità dei potenziali recettori disturbati al fine di verificare il rispetto dei limiti assoluti di emissione e di immissione previsti dalla classificazione acustica del territorio.

La misura dei livelli di rumorosità deve essere conforme alla normativa vigente (D.M. 16.03.1998 e successivi adeguamenti)

Nella relazione di valutazione di impatto acustico deve essere riportato almeno quanto di seguito specificato:

indicazione della tipologia di attività;

indicazione se si tratta di impianti a ciclo produttivo continuo in base al D.M. 11 dicembre 1996;

indicazione della classificazione acustica vigente per l’area sulla quale insiste l’attività e per le zone circostanti, stralcio cartografico della classificazione acustica del territorio; in caso di assenza di classificazione acustica comunale vigente, occorre fare riferimento alla classificazione di cui all’art.6 del DPCM 1/3/1991;

descrizione delle principali sorgenti di rumore presenti.

descrizione delle caratteristiche temporali di funzionamento diurno e/o notturno specificante la durata, il tipo di funzionamento (continuo, periodico, discontinuo, ecc.) e l’eventuale contemporaneità di esercizio delle diverse sorgenti che danno luogo ad emissioni significative nell’ambiente esterno;

Come previsto dal D.M. 16/3/98 per l’effettuazione delle misure del rumore deve essere utilizzato un fonometro di classe 1 delle norme EN 60651/1994 e EN 60804/1994.

 

AUTOCERTIFICAZIONE IMPATTO ACUSTICO

 

L’autocertificazione di impatto acustico può essere richiesta dalle imprese che rientrano nelle attività a bassa rumorosità elencate nell’Allegato B del decreto semplificazione DPR 227/2011, fatta eccezione per l’esercizio di ristoranti, pizzerie, trattorie, bar, mense, attività ricreative, agroturistiche, culturali e di spettacolo, sale da gioco, palestre, stabilimenti balneari che utilizzino impianti di diffusione sonora ovvero svolgano manifestazioni ed eventi con diffusione di musica o utilizzo di strumenti musicali.

In tali casi è fatto obbligo di predisporre adeguata documentazione di previsione di impatto acustico ai sensi dell’articolo 8, comma 2, della legge 26 ottobre 1995, n. 447.

L’autocertificazione di solito viene presentata al momento della presentazione della scia commerciale di apertura dell’attività.

 

VALUTAZIONE RISCHI RUMORE E VIBRAZIONI

 

Redazione del documento di dettaglio come previsto dal D.Lgs 81/2008 e s.m.i. effettuato sulla scorta di misura strumentale di rumore interno cui i lavoratori sono esposti . Per lo svolgimento di tali indagini fonometriche viene fatto mediante utilizzo di attrezzature tarate. L’analisi è completata con l’individuazione delle opportune misure di prevenzione e protezione da adottare.

 

RISCHIO VIBRAZIONI

 

Redazione del documento di dettaglio come previsto dall’art. 202, comma 2; Allegato XXXV D.Lgs 81/2008 e s.m.i., effettuato sulla scorta di misura strumentale su attrezzature causa di vibrazioni al sistema mano braccio (HAV – Hand Arm Vibrations) e vibrazioni corpo intero (WBV – Whole Body Vibrations).

L’analisi è completata con l’individuazione delle opportune misure di prevenzione e protezione da adottare.

 

 

L'alta preparazione dei nostri operatori e la loro conoscenza del mercato ci permette di intervenire velocemente su ogni problematica aziendale


facebook
linkedin